Consegna:
Totale:
(In totale ci sono prodotti nel carrello)
Vado avanti con l'acquisto Ordinazione

I nostri clienti hanno ordinato lo stesso prodotto :

Dente di leone: il superalimento fiorente

Dente di leone: il superalimento fiorente

Effetti terapeutici del dente di leone: il superalimento fiorente

È poco conosciuto il fatto che il dente di leone (tarassaco) non è una comune erbaccia, ma al contrario, è una pianta officinale preziosa. In realtà è un superalimento che contiene in grosse quantità delle componenti dagli effetti terapeutici.
Gli effetti benefici del dente di leone erano conosciuti già nell’antichità, prima di tutto lo utilizzavano per la depurazione intestinale, e come diuretico. Praticamente quasi tutte le sue parti sono commestibili: si utilizzano le foglie come insalata, i fiori come confettura e bevande, le radici essiccate invece come bevanda per sostituire il caffè.

È ricco di nutrienti

È estremamente ricco di vitamine A, B, C e D, contiene in grosse quantità calcio, potassio, flavonoidi antiossidanti. Le sue caratteristiche da superalimento vengono potenziate dal fatto che abbonda di fibre vegetali, nonché di alcoli triterpenici, steroli e flavonoidi antiossidanti.

Effetti terapeutici del dente di leone

Conosciamo poche piante che sono capaci di fare una disintossicazione più completa del dente di leone. Il motivo di ciò è che stimola contemporaneamente il funzionamento del fegato, della bile, del sistema linfatico, e dei reni, migliora la digestione e i movimenti intestinali, nonché l’attività dell’epidermide, così le tossine vengno eliminate con più facilità dall’organismo. Il dente di leone è un diuretico efficace, protegge il fegato, aiuta a prevenire e curare i calcoli biliari, elimina i liquidi biliari in eccesso. Contribuisce alla guarigione delle infiammazioni del fegato, delle vie urinarie e intestinali, può essere utilizzato con efficacia per alleviare i disturbi del colon irritabile (IBS), del reflusso, e dell’apparato digerente. Supporta il metabolismo, ripristina l’evacuazione corretta, aiuta ad eliminare la stipsi. Contiene in quantità notevole inulina –un polisaccaride dalle caratteristiche prebiotiche, che è uno degli alimenti più importanti dei batteri intestinali benefici–, grazie a questo il dente di leone contribuisce al mantenimento dell’equilibrio della flora intestinale, nonché in caso di necessità, al ripristino del suoequilibrio. Dato che lo stato della flora intestinale influenza direttamente il funzionamento del sistema immunitario –l’80 per cento delle cellule immunitarie si trova nel colon–, con il consumo del dente di leone possiamo anche rafforzare la resistenza del nostro corpo. Questo effetto viene rafforzato anche dalle componenti antiossidanti che si trovano in esso, che sono capaci anche di neutralizzare i radicali liberi responsabili a sua volta di infiammazioni, malattie cardiovascolari, deformazioni tumorali, nonché invecchiamento precoce delle cellule e della pelle. Il contenuto di calcio del dente di leone protegge la salute delle ossa, mentre il potassio quella del cuore, le sue fibre aiutano la depurazione del colon e la disintossicazione naturale, contribuiscono alla prevenzione del tumore al colon. Sempre per effetto delle fibre, il dente di leone riduce il livello del colesterolo nel sangue, elimina la diarrea e la stipsi cronica. Riduce l’ipertensione ed il rischio delle malattie del sistema circolatorio.

Diabete ed obesità

Spesso l’obesità e il diabete si presentano contemporaneamente, in questo caso il dente di leone può rivelarsi particolarmente utile, perche può alleviare i sintomi, nonché aiutare a diminuire il peso. Il suo effetto anti-diabete è duplice: aumenta la produzione dell’insulina, nonché “caccia” dai reni gli zuccheri accumulati. Un suo ulteriore vantaggio è che l’inulina, anche se è dal sapore dolce (l’inulina è circa 40 per cento più dolce dello zucchero di barbabietola), il suo consumo non aumenta il livello degli zuccheri nel sangue. Il dente di leone migliora la digestione ed il metabolismo, elimina dall’intestino gli accumuli, con ciò contribuisce al successo della cura dimagrante e al raggiungimento del peso desiderato.

Effetto antitumorale

Il dente di leone non è solo un rafforzante generico del sistema immunitario, ma può risultare d’aiuto in caso di diversi tipi di tumore. La base del suo meccanismo d’azione è che attiva i fagociti, che sono capaci di eliminare le cellule tumorali. Il suo effetto antitumorale è rafforzato dalle sue componenti antiossidanti, prima di tutto dalla vitamina C e dalla luteolina che ostacola la proliferazione delle cellule tumorali. E‘ stato osservato che il dente di leone è particolarmente efficace soprattutto nella prevenzione e nella cura del tumore al seno e alla prostata. I ricercatori della University of Windsor del Canada hanno constatato che l’estratto del dente di leone può aiutare nell’eliminazione delle cellule del melanoma.

Dente di leone per uso esterno

Il suo effetto antinfiammatorio e disinfettante si manifesta anche se utilizzato esteriormente. L’impacco alcalino preparato con la linfa del dente di leone (linfa lattiginosa) può favorire la guarigione delle infezione epidermiche (batteriche e micotiche), dei brufoli e delle infiammazioni epidermiche (es. eczema). Inoltre dilata i pori e aumenta l’espulsione delle tossine depositate nella pelle.

Fresco o in polvere

Sono utilizzabili quasi tutte le parti del dente di leone, ma la distribuzione dei sui nutrienti non sono lineari. È proprio per questo motivo che, se vogliamo approfittare al massimo dei sui effetti benefici, conviene consumare la sua variante in polvere. Sono così i supplementi alimentari Green Symbol® e l’estratto di superalimento Green Icon® che hanno tra le componenti più importanti il dente di leone.

Letteratura scientifica:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3018636/
https://www.organicfacts.net/health-benefits/herbs-and-spices/health-benefits-of-dandelion.html
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21234313
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22946853
Rutherford PP, Deacon AC. -Fructofuranosidases from roots of dandelion (Taraxacum officinale Weber). Biochem J. 1972 Feb;126(3):569–57
Sweeney B, Vora M, Ulbricht C, Basch E. Evidence-based systematic review of dandelion (Taraxacum officinale) by natural standard research collaboration. Journal of herbal pharmacotherapy.
Jeon HJ, Kang HJ, Jung HJ, et al. Anti-inflammatory activity of Taraxacum officinale. Journal of Ethnopharmacology. 2008;115(1):82–88.

Green Symbol®

Una delle componenti preziose del Green Symbol®: il dente di leone

Il Green Symbol® è un estratto di superalimento facilmente assorbibile di altissima qualità, che contiene il meglio di 23 superverdure e super frutta, tra questi anche il dente di leone!

Leggi tutto
43.90 € / pezzo
Confezione: 250 g
30 Dose sufficiente per un %s giorno
5 contiene %s ingredienti
ingrediente controllato ed organico
garanzia di rimborso di 60 giorni

Nel carrello


ingredienti non modificati geneticamente

Continui a sfoglia tra gli articoli: