Consegna:
Totale:
(In totale ci sono prodotti nel carrello)
Vado avanti con l'acquisto Ordinazione

I nostri clienti hanno ordinato lo stesso prodotto :

Enzima serrapeptase: essenziale non solo per il baco da seta

Enzima serrapeptase: essenziale non solo per il baco da seta

Benchè la funzione originaria dell’enzima serrapeptase sia quella di aiutare il baco da seta ad uscire dal suo bozzolo, questo enzima proteolitico naturale è capace di molto più di questo! Infatti, demolendo le proteine pericolose in eccesso presenti nell’organismo umano, riduce la quantità di muco nelle vie respiratorie, ripulisce le pareti venose dalla placche, rimuove le cisti, inoltre è un efficace antinfiammatorio e antidolorifico, ed infine supporta il processo di guarigione delle ferite, poichè impedisce la formazione di cicatrici anomali.

Una medicina dalla natura

Presentato così potrebbe sembrare una sostanza miracolosa, ma l’enzima proteolitico serrapeptase, conosciuto erroneamente come enzima del baco da seta, non è stato creato in laboratorio dopo lunghi esperimenti. Lo dobbiamo invece al baco da seta, ovvero al microorganismo Serratia E-15, che vive nel corpo dell’animale. Non si tratta affatto di un parassita, poichè questo enterobatterio ha una missione molto importante per il baco da seta: il suo compito è infatti quello di sciogliere il bozzolo nel quale cresce il baco. Infatti il Serratia E-15, distrugge la proteina alquanto resistente del bozzolo ed in questo modo aiuta il baco da seta a continuare la sua vita come farfalla. Putroppo tutto questo non è concesso al baco da seta da allevamento, che viene allevato proprio per quei fili di seta che tessono il bozzolo. Poichè allora i fili di seta non si possono più arrotondare, quando la farfalla lo trapassa per uscirne è ancora ad uno stadio immaturo e muore. E‘ importante sapere che per la produzione dell’enzima serrapeptase non è necessario uccidere il baco da seta, perchè l‘enzima non viene estratto dal corpo del baco, ma viene creato con l’aiuto del batterio Serratia E-15.

Antinfiammatorio, antidolorifico e cicatrizzante

L’enzima serrapeptase agisce positivamente anche sull’organismo umano, perchè riduce le infiammazioni, dissolve e liquefà i tessuti infiammati, e tutto questo senza effetti collaterali. Come mucolitico naturale è capace di ridurre la produzione di muco in eccesso in maniera molto efficace, sia che si tratti di raffreddore, influenza, sinusite, otite, asma e anche allergie.
Il suo effetto antinfiammatorio viene espletato anche in caso di malattie infiammatorie intestinali (per esempio morbo di Chron, colite ulcerosa e sindrome dell’intestino irritabile), ma aiuta anche a combattere le infiammazioni ginecologiche, dentali e alle articolazioni.
Per di più il serrapeptase agisce anche sull’apparato venoso: dissolve infatti quegli accumuli depositati sulle pareti venose che possono provocare vasocostrizioni, ma persino malattie cardio-circolatorie fatali. Da questo possiamo dedurre che impiegando l’enzima serrapeptase possiamo ridurre il rischio di arteriosclerosi, ipertensione, trombosi, stroke e infarto, anzi, contrasta anche il rilascio di quelle sostanze che sono responsabili del dolore nelle malattie infiammatorie.
In caso di trattamento antibiotico, il serrapeptase accelera il processo di guarigione, ma è efficace anche in caso di ferite e lesioni, perchè è capace di distruggere il tessuto cicatriziale in eccesso. Inoltre favorisce la disintossicazione dell’organismo, ed è essenziale per combattere i disturbi digestivi.

A cosa prestare attenzione?

Benchè l’impiego dell’enzima serrapeptase non abbia controindicazioni, coloro che soffrono di problemi di coagulazione del sangue, prima dell’assunzione di questo enzima devono assolutamente consultare il medico, poichè ha un noto effetto fluidificante.

Il serrapeptase è ampiamente impiegato come medicinale in Giappone e in Europa, mentre negli Stati Uniti rientra nell categoria degli integratori alimentari.

Riferimenti:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12911824
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2688125
https://www.researchgate.net/publication/283248771_Antiinflammatory_activity_of_serrapeptase
https://www.researchgate.net/publication/16829099_A_multi-centre_doubleblind_study_of_serrapeptase_versus_placebo_in_post-antrotomy_buccal_swelling

Continui a sfoglia tra gli articoli: