Consegna:
Totale:
(In totale ci sono prodotti nel carrello)
Vado avanti con l'acquisto Ordinazione

I nostri clienti hanno ordinato lo stesso prodotto :

Latte senta lattosio:meglio scegliere un tipo vegetale.

Latte senta lattosio:meglio scegliere un tipo vegetale.

La maggior parte della gente pensa che il latte senza lattosio non contenga lattosio, mentre in realtà contiene lo zucchero del latte, solo che viene aggiunto ad esso l’enzima lattasi che lo rende digeribile anche per gli intolleranti al lattosio. Esiste però un’alternativa molto più sana del latte senza lattosio, il latte vegetale.

L’esistenza del latte senza lattosio rappresenta una gioia per molte persone il cui organismo non riesce a produrre l’enzima lattasi, responsabile della demolizione del lattosio, e che grazie ad esso non devono rinunciare al latte e ai sui buonissimi derivati. Infatti, benchè nell’apparato intestinale delle persone sia ancora presente da bambini la flora intestinale capace di demolire il lattosio(dato che anche il latte materno contiene zucchero), la maggior parte di esse da adulti perde la capacità di digerire lo zucchero del latte. Certo, questo non vuol dire che tutti automaticamente soffriranno di gonfiore, diarrea, nausea o crampi dopo aver consumato latte di mucca, perchè fortunatamente l’organismo umano riesce in maniera intellgente a riparare all’errore. I batteri della flora intestinale infatti col tempo, sono capaci di adattarsi e di aiutare coloro a cui manca questo enzima a liberarsi del latte fermentato nell’apparato intestinale.

Ma il latte senza lattosio fa bene o no?

E’ un errore pensare che il latte senza lattosio sia più sano del latte di mucca. Il contenuto di grassi è lo stesso, così come quello di antibiotici e ormoni dannosi alla salute, e che purtroppo le mucche da latte ricevono. Inoltre spesso questi animali sono nutriti con mangimi pretrattati con pesticidi, ed allevati in condizioni industriali disumane. Dato che il latte senza lattosio, a causa del suo prezzo salato, può essere acquistato in genere solo occasionalmente, spesso rimane sugli scaffali dei negozi oltre il tempo dovuto, e per questo i produttori lo pastorizzano ulteriormente. A causa del trattamento ad alte temperature a cui viene sottoposto, inoltre, la maggior parte delle vitamine in esso contenute vengono annullate e sostituite con vitamine sintetiche.

Il latte vegetale può essere una soluzione

Utilizzando piante o semi particolari possiamo ottenere un latte vegetale sano, senza lattosio e per di più senza colesterolo. I latti vegetali di mandorla, arachidi, cocco, riso, avena, soia, nocciole e castagne, ma anche quello di semi di canapa, stanno riscuotendo sempre più successo, e non solo tra i vegani. Infatti, anche i sostenitori di uno stile di vita sano li preferiscono al latte di mucca, e spesso se lo preparano da soli grazie alla sempre migliore accessibilità delle macchine per la preparazione di latte vegetale. Ovviamente il latte vegetale può essere prodotto a casa anche senza dover acquistare questi macchinari. Per fare questo basta mettere in ammollo in abbondante acqua la materia prima o i semi, in seguito, dopo aver scolato l’acqua di ammollo, mettere il tutto nel frullatore con un pò di acqua fresca. Infine basta filtrare il tutto con un colapasta a fori piccoli e avremo già ottenuto il nostro latte vegetale, che possiamo anche arricchire con semi di chia o bacche di acai. (Il tempo di ammollo dei vari semi può variare, per questo conviene prima informarsi).

Quale latte usare per cosa?

In generale possiamo dire che tra il latti vegetali senza lattosio il latte di soia è ideale per la cottura , poichè è quello che più assomiglia a quello di mucca per il suo contenuto di calcio e potassio, ma anche di grassi e proteine. Il latte di cocco è molto ricco di grassi naturali, e viene usato soprattutto per preparare cocktail e piatti asiatici, come ad esempio il curry. Il latte di avena è ricco di carboidrati e proteine, e grazie al suo alto contenuto di fibre sazia molto, per questo è ideale per chi segue una dieta. Il latte vegetale più leggero e facilmente digeribile è quello di riso. Il latte di riso è ideale per chi segue una dieta, perchè è praticamente privo di grassi e proteine, cosa che lo rende meno adatto alla cottura, ma al contrario un’ottima scelta per la preparazione di bevande dissetanti e frullati.
Il latte di mandorla e quello di castagna, grazie al loro sapore dolciastro, vengono usati soprattutto per la preparazione di dolci e frullati, ma anche per arricchire i cereali o i müsli del mattino.

Riferimenti:
https://www.finedininglovers.com/stories/vegetable-milk/
https://steptohealth.com/5-best-vegetable-milk/
http://food.ndtv.com/health/vegetable-milk-for-lactose-intolerance-694499

6.90 € / pezzo

Nel carrello

Continui a sfoglia tra gli articoli: